Come scegliere l’anguria

È un rituale sui mercati:

fare una buona scelta si pesa e si annusa la merce, si sente la corteccia, si giudica al suo colore, piccola coda (se l’organo si stacca leggermente e lascia una fessura alla base, è quasi una garanzia di maturità).

Per l’anguria i stessi rituali sensoriali, ma è anche consuetudine misurare la qualità a orecchio, con il palmo della mano che colpisci con leggeri colpi sulla superficie, più il rumore viene silenziato e risuona, migliore è il prodotto…

Il melone e l’anguria hanno molte somiglianze: un gusto fresco e dolce, un alto contenuto di acqua e una gamma di risorse nutrizionali che li rendono alleati dimagranti, apprezzati dagli sportivi e molto indicati nelle diete dietetiche. Se si distinguono per il peso, la circonferenza e il colore dei loro ortaggi da frutta (péponide), condividono la stessa origine tropicale o subtropicale (probabilmente africana) e appartengono alla stessa varietà botanica (cucurbitacee).

L’anguria, come il melone, è difficile da scegliere

Può essere gustoso e dolce o decisamente insipido e farinoso.
Ecco alcuni suggerimenti su come scegliere l’anguria:
Deve essere pesante => Il peso indica il grado di maturità

  • Dovrebbe avere una corteccia liscia e lucente. I dossi rivelano una quantità irregolare di sole o acqua.
  • Deve anche avere una bella macchia gialla sulla corteccia e il resto della corteccia dovrebbe essere verde opaco. Questa parte dell’anguria è la parte che era in contatto con il terreno mentre stava maturando. Più forte è il giallo, migliore è (una macchia bianca o nessuna macchia indica che l’anguria non è matura).
  • Puoi anche provare a toccare l’anguria. Se emette un suono pieno, l’anguria è matura. Un suono basso non è un buon segno.
  • Se acquisti un’anguria già affettata, Scegline una con carne rosso scuro e semi neri o marrone scuro. Evitare le fette con scanalature bianche o un aspetto farinoso.

E se hai un’anguria farinosa con un gusto mediocre, nonostante il mio buon consiglio, non buttarla via…

Ecco una ricetta per frullati semplice, deliziosa e salutare.

Per questo devi solo mescolare: 1/2 anguria e 5 lime. È tutto! Facile, NO!! 🙂

Lo sapevi che?!

L’anguria:
– Rafforza il sistema immunitario
– Limita la fame
– E’ ricco di vitamina C
– Evita i crampi
– Mantiene la pressione sanguigna

Lime:
– Diminuisce il colesterolo e la pressione sanguigna
– Brucia i grassi
– Cura i dolori di stomaco
– Stimola il fegato
– Combatte l’ansia e la depressione

Cosa potrebbe esserci di meglio di un’anguria fresca in piena estate?

Per approfondire clicca qui

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento
  • Aggiungi un commento